Lauda Sion

Magnifica sequenza nella Messa del Corpus Domini, scritto da San Tommaso d'Aquino, questa poesia dogmatica elogia il nuovo e vero Sion, la Chiesa. Benedetto XVI ha parlato di questa messa : “Questi sono testi che fanno vibrare le onde del cuore, mentre l'intelligenza, meravigliarsi nel mistero, riconosce nell'Eucaristia la presenza viva e vera di Gesù, del suo sacrificio d'amore che ci riconcilia con il Padre e ci dà la salvezza.”

affittato, Sion, il tuo salvatore, loda il tuo capo e il tuo pastore, con inni e inni.
Tanto quanto puoi, il coraggio di cantarlo, perché supera ogni lode, e non sei abbastanza per affittarlo.
Oggi ci viene proposto un tema speciale di lode : questo è pane vivo e corroborante.
Pane come parte del pasto della Cena del Signore, Gesù diede davvero alla truppa dei dodici fratelli.
Possa la lode essere piena e forte ; possa lei essere gioiosa e bella, il giubilo dell'anima.
Perché è oggi la solennità che ricorda la prima istituzione di quest'ultima cena.
A questo tavolo del nuovo re, la nuova Pasqua la nuova legge pone fine all'antica Pasqua.
Il vecchio rito è guidato dal nuovo, l'ombra dalla verità ; la luce si dissipa di notte.
Cosa ha fatto Cristo nell'ultima cena, ha ordinato di farlo in memoria di lui.
Educato dai suoi santi ordini, consacriamo pane e vino come l'ostia della salvezza.
È un dogma dato ai cristiani che il pane diventa carne e il vino diventa significato.
Quello che non capisci o vedi, la fede vivente testimonia contro il corso delle cose.
Sotto varie apparenze, segni semplici e non realtà, nascondi realtà sublimi.
La carne è cibo, bevanda di sangue ; tuttavia Cristo rimane intero sull'una e sull'altra specie.
Chi lo riceve, non è rotto, rotto o diviso, ma ha ricevuto intero.
Solo uno lo riceve, migliaia lo ricevono : ciascuno tanto quanto gli altri ; preso nel cibo, non è distrutto.
Il buono lo prende, i cattivi lo prendono, ma per un destino diverso : Vita o morte !
Morte per i malvagi, vita per il bene : guarda quanto è diverso lo stesso punto vendita.
Se finalmente il sacramento è rotto, non confonderti, ma ricorda che c'è tanto sotto ogni trama quanto copre.
Non si verifica alcuna divisione della realtà : del solo segno c'è una pausa, e non diminuisce né lo stato né la grandiosità della realtà.
OHere è il pane dell'angelo che è diventato il cibo dei viaggiatori : è davvero il pane dei bambini, che non dovrebbe essere gettato al cane.
In anticipo è indicato da cifre : L'Immolazione d & rsquo; Isacco, Agnello a parte per la Pasqua, la manna data ai nostri padri.
Buon Pastore, vero pane, Gesù, abbi pietà di noi : nutrici, tienici, vediamo il vero bene nella terra dei vivi.
Tu che conosci e sai fare tutto, che nutrono i mortali che siamo quaggiù : lassù rendici i tuoi commensals, i coeredi e i compagni dei santi cittadini del cielo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come il tuo commento dati vengono elaborati.